Sardegna In Bici: L'Ogliastra | Cyclando.com
×

Vedi i prezzi

Preventivo

Durata:

8 giorni / 7 notti

Partenze:

Dal: 01/01/2020

Al: 31/12/2020

  • Tutti i giorni

Prezzi:

Dal: 01/01/2020

Al: 26/06/2020

Dal: 05/09/2020

Al: 31/12/2020

Quote individuali:

Quota di partecipazione in camera doppia 725,00
Supplemento camera singola 150,00

Dal: 27/06/2020

Al: 04/09/2020

Quote individuali:

Quota di partecipazione in camera doppia 945,00
Supplemento camera singola 150,00

Extra:

Supplemento nolo bici 95,00
Supplemento nolo e-bike 190,00

La quota include:

Assicurazione EuropAssistance medico bagaglio 24/24
Pernottamento e prima colazione
Trasporto bagagli da hotel a hotel durante il tour
Assistenza Telefonica 7/7
Briefing di benvenuto
Descrizione dettagliata del percorso con mappe

La quota non include:

Tracce GPS
APP
Transfer qualora non specificati ne "La quota include"
Tasse di soggiorno
Mance
Viaggio a/r dall'Italia
Pasti e bevande non specificati ne "La quota include"
Noleggio bicicletta
Extra in genere
Ingressi, traghetti e quanto non espressamente indicato ne "La quota include"
×

Programma

Preventivo

1° giorno: Tortolì
Trasferimento privato o arrivo individuale a Tortolì, pernottamento.

2° giorno: Tortolì – Cardedu (40/50 km)
Mettete il costume da bagno, l’asciugamano e la crema solare nelle borse e tenetevi pronti per una giornata all’insegna dei colori del mare e delle splendide spiagge della Sardegna! Pedalando tranquillamente, verrete ammaliati dalla bellezza dei paesaggi costieri e dalla loro varietà. Passerete davanti alla candida sabbia del Lido di Orrì ed ai faraglioni rossi della baia di Cea, passerete sul verde altopiano basaltico di Teccu per arrivare a Barisardo, dove potrete visitare l’antica torre Aragonese eretta sulla spiaggia per difendere la popolazione dalle incursioni barbaresche. Vi dirigerete poi verso la marina di Cardedu, dove vi aspettano lunghe candide spiagge bagnate da un mare blu e cristallino.

3° giorno: Cardedu – Osini (43 km)
L’itinerario della seconda giornata incomincia risalendo la Valle scistosa del Rio Pardu, Monumento Naturale della Sardegna, una strada che curva dopo curva vi farà inoltrare tra verdi colline ricoperte da oliveti e filari di vite da cui nasce il famoso vino Cannonau. Proseguendo in sella alla bici, il sentiero vi porterà alla scoperta dei piccoli paesi fantasma di Osini e Gairo Vecchio, abbandonati durante gli anni ‘50 a seguito di alcune tremende alluvioni. Luoghi dove si respira il fascino di un mondo ormai scomparso. Giungerete infine ad Ulassai, dove vi consigliamo di fare una passeggiata per ammirare il fascino delle vecchie case in pietra. Consigliata la visita al laboratorio della cooperativa tessile del paese, gestito da abili artigiane maestre nella lavorazione del telaio orizzontale, specializzate nella creazione di tessuti originali con disegni legati alla trazione sarda e ad artisti locali. Ancora, potreste optare per una visita alle famose Grotte Su Marmuri oppure al museo d’arte contemporanea La Stazione dell’Arte.

4° giorno: Tacco di Osini – Seui (40 km)
Alti strapiombi, boschi di lecci e macchia mediterranea, ampie vedute sul territorio circostante vi accompagneranno in questo giorno di bici. Lasciato l’altopiano, passerete per la sterrata dove un tempo poggiavano i binari della vecchia ferrovia a scartamento ridotto, con una bellissima visuale sulla Valle del Pardu. Arriverete così alla piccola frazione di Gairo Tacquisara, sorta alla base dei massicci calcarei. Una lunga discesa e la successiva salita vi porteranno fino al paese di Ussassai per poi giungere a Seui, borgo ricco di storia e cultura, dove sarà possibile visitare le antiche carceri spagnole e il museo della cultura contadina.

5° giorno: Seui – Villagrande Strisaili (42 km)
Oggi conquisterete la vetta del tour e da questo punto di vantaggio godrete degli splendidi panorami sulle montagne e le vallate circostanti. Da non perdere una visita allo stupendo Nuraghe Ardasai, magnifico esemplare di queste costruzioni megalitiche che vantano più di 3000 anni. Volgendo lo sguardo verso Nord, potrete vedere Punta La Marmora, la più alta montagna della Sardegna. Sotto l’ombra del maestoso Tacco di Perda ‘e Liana passerete attraverso splendidi paesaggi ed estese foreste, dove non sarà difficile incrociare mucche, asini, maiali, capre o cavalli. Continuerete la scoperta del Parco del Gennargentu pedalando lungo le ridenti sponde del Lago Alto Flumendosa incrociando la tratta del Trenino verde, una delle linee ferroviarie più belle al mondo.

6° giorno: Villagrande Strisaili – Santa Maria Navarrese (55 km)
Respirate a pieni polmoni e assaggiate l’acqua delle fonti che incontrerete sul vostro cammino: vi trovate all’interno delle famosa Blue Zone della Sardegna, luoghi che detengono il primato mondiale della longevità dei propri abitanti. Dalla piccola frazione di Villanova risaliamo dolcemente la strada prima di affrontare una salita che vi terrà impegnati per qualche chilometro, al termine della quale sarete premiati con il bellissimo panorama che spazia dal passo di S’Arcu ‘e S’Orostode, attraversa le verdi colline e si perde nel blu del mare.

7° giorno: anello di Santa Maria Navarrese (32 km)
Dopo una settimana sui pedali meritate proprio una gita in barca lungo le splendide coste della Sardegna Orientale! Assolutamente da non perdere: Cala Goloritzé, Cala Sisine e Cala Luna. Per i ciclisti più tenaci suggeriamo un anello nell’entroterra intorno a Santa Maria Navarrese.

8° giorno: rientro a Cagliari\Olbia

Con la sua lingua e costumi distinti, l'isola vanta un carattere fortemente indipendente pur rimanendo inequivocabilmente ed esuberantemente italiana.

Perché partire per questo viaggio?
  • Perché questo viaggio cicloturistico in Sardegna vi porterà alla scoperta della splendida regione dell'Ogliastra, nella Sardegna Orientale
  • Per pedalare attraverso paesaggi mozzafiato che lasceranno un’impronta indelebile nei vostri ricordi
  • Per vedere le rocce rosse di Arbatax affiorare dal mare turchese di Sardegna
  • Per andare alla scoperta dei borghi fantasma di Gairo e Osini vecchio
  • Per attraversare luoghi selvaggi ed habitat unici come quello dei Tacchi d'Ogliastra, delle Grotte Su Marmuri e della Gola di San Giorgio
  • Per vivere un viaggio senza tempo, in una terra profumata di lentisco, ginestra ed elicriso.
Programma

Contattaci

Fatto da: Dolcevita

×

Contattaci

Menu