Grand Tour Della Regione Di Bordeaux | Cyclando.com
×

Vedi i prezzi

Preventivo

Durata:

13 giorni / 12 notti

×

Programma

Contattaci

Giorno 1: arrivo individuale a Bordeaux 
Consegna delle biciclette e del materiale informativo riguardante il tour.
Dedicate un po’ di tempo ad esplorare questa meravigliosa città, Patrimonio Unesco. La Garonne vi invierà a passeggiare sulle sue sponde, o ad andare alla scoperta delle meraviglie della città a bordo di un battello.
Pernottamento in B&B/hotel*** o in una affascinante guesthouse nel cuore di Bordeaux.

Giorno 2: Bordeaux – Entre-Deux- Mers (55-60 Km)
Questo primo itinerario in bici vi porterà alla scoperta della regione vinicola di Entre-Deux-Mers pedalando in totale relax sulla Ciclovia dei due mari, che collega il Mediterraneo all’Oceano Atlantico. Lascerete Bordeaux seguendo le splendide rive della Garonne, per poi proseguire sulla Via Verde di Entre-deux-mers attraverso le colline che circondano CréonSauveterre de Guyenne, meravigliose cittadine fortificate. Attraverso piccole stradine immerse tra i vigneti giungerete infine alla vostra guesthouse, dove cenerete e trascorrerete la notte.

Giorno 3
Opzione 1: Sauveterre de Guyenne – Bazas (40-50 Km)
Tra Sauveterre-de-Guyenne e La Réole, la pista ciclabile attraversa dolci colline e pittoreschi paesaggi. La Réole, cittadina medievale fondata nel 977 sulle sponde della Garonne, è la più piccola Città d’Arte e Storia di Francia. A Fontet si raggiunge la Via Verde del Canale della Garonne, che, all’ombra dei platani secolari, prosegue fino a Toulouse, o addirittura fino a Sète e al Mediterraneo. Il nostro percorso punta invece verso Bazas, famosa cittadina medievale con una bellissima cattedrale, situata lungo il Cammino di Santiago.
Opzione 2: Sauveterre de Guyenne – Saint-Macaire e il Sauternais
Da La Réole è possibile, pedalando sulle sponde della Garonne, raggiungere Saint-Macaire, una delle città più belle della regione di Entre-Deux-Mers, costruita su di un promontorio roccioso che domina la pianura sottostante e che vi consigliamo di visitare. Questa è la zona di produzione dei vini bianchi dolci Côtes-de-Bordeaux-Saint-Macaire e le piantagioni di pere annunciano l’approssimarsi ai frutteti di Lot-et-Garonne. Scegliendo questa opzione di itinerario, inoltre, nella giornata successiva, avrete la possibilità di attraversare la zona di produzione del Sauternes, con il famoso Château Yquem.
Cena e pernottamento in hotel***.

Giorno 4: Bazas – Parco Naturale Regionale Landes de Gascogne (50 Km)
Partenza da Bazas:
si imbocca la pista ciclabile a Uzeste, che si attraversa; potrete così ammirarne la bella collegiata all’interno della quale si trova la tomba del Papa Clemente V.
Partenza da Saint-Macaire: attraversata la sponda sinistra della Garonne, ci si immerge tra i vigneti di Sauternes e del famoso Château d’Yquem. Si prosegue poi attraverso Villandraut, con il bel castello medievale, oltre il fiume Le Ciron e la Pignada, foresta di pini piantata dall’uomo nel XIX secolo. L’itinerario prosegue quindi verso Budos e attraverso le valli scavate dal fiume Le Ciron, fino a Leogats e Nouaillan. A Balizac, si entra nel Parco Naturale Regionale Landes de Gascogne e si raggiunge infine il piccolo villaggio di Origne, nel cuore della Gironda, dove farete tappa per la notte.

Giorno 5: il Parco Naturale Landes de Gascognes e i Laghi di Hostens (30 Km)
Si inizia la giornata pedalando su di una bellissima strada forestale in direzione di Louchats, dove la pineta si infittisce e il profumo della resina si fa più intenso. Giunti alle suggestive Lagune di Gât-Mort, scendete dalla bici un istante per andare a scoprire lo specchio d’acqua al di sotto del tappeto di felci. Altro luogo perfetto per una sosta sono Laghi di Hostens. L’itinerario prosegue poi, tra i pini e l’erica, fino a Le Barp dove pernotterete in un piccolo hotel** con piscina. Monsieur Bourrissoux, il proprietario, vi servirà una deliziosa cena a base di piatti locali sulla splendida terrazza, sotto la vigna.

Giorno 6: verso la Baia di Arcachon (45 Km)
Mano a mano che si prosegue sull’itinerario, la pineta si dirada gradualmente e a Salles si raggiunge nuovamente la pista ciclabile lungo il fiume Eyre, che si segue fino a Mios. Eccoci infine giunti al Bacino di Arcachon e alla Riserva Ornitologica di Teich, sbocco marino del Parco Naturale Landes de Gascognes. Di certo non mancheranno i luoghi per fare una sosta picnic.
Opzione 1: pernottamento a Andernos
Si procede verso i Porti di Biganos, di Tuiles e di Audenge. Superata Graveyron con le sue splendide viste sulla Baia, si prosegue su pista ciclabile fino a Andernos Les Bains, piccola e piacevole località balneare, dove vi fermerete per la notte. Potrete così trascorrere la serata in uno dei tanti bar sulla spiaggia, oppure facendo una passeggiata sul molo.
Pernottamento in hotel**.
Opzione 2: pernottamento ad Arcachon
Pedalando lungo la costa, potrete godervi l’aria salmastra della Baia. Si attraversa Gujan Mestras, capitale delle ostriche di Arcachon e si prosegue tra tamerici, corbezzoli, salici e pruni selvatici fino ad Arcachon. Pernottamento in hotel*** nel cuore della città.

Giorno 7: Bia di Arcachon – Lacanau (45 Km)
Da Andernos: 
tra il canto delle cicale e il profumo dei pini, si prosegue verso il magnifico sito naturale di Saint Brice, dove la foresta si fonde con le sponde naturali del Bacino di Arcachon, sulle quali sorge il porto di ostriche di Ares.
Da Arcachon: si attraversa la Baia di Arcachon in barca per raggiungere Cap Ferret, da dove si inizia a pedalare sull’altra sponda fino al villaggio di L’Herbe. La pista ciclabile, tra oceano e foresta che costeggia le spiagge sabbiose della baia, vi condurrà fino alle rinomate località surfistiche di Le PorgeLacanau Océan.
Pernottamento in hotel***.

Giorno 8: i grandi laghi delle Landes da Lacanau a Montalivet (40 Km)
Una volta in sella, il viaggio prosegue verso nord, sul tracciato della Vélodyssée tra pini, laghi e oceano. Superato il Lago di Lacanau, si percorre un sentiero ombreggiato tra le dune della zona balneare di Carcans Maubuisson e il Lago di Hourtin. Si prosegue quindi lungo le sponde del lago e sulla Strada dei Fari fino a Hourtin Plage. La tappa termina a Montalivet.
Pernottamento in hotel**.

Giorno 9: Montalivet – Royan (40 Km)
Spiagge sabbiose a perdita d’occhio in questa giornata da trascorrere in riva all’Oceano; Le Porge, Lacanau, Carcans, Hourtin, Vendays-Montalivet e Soulac-sur-Mer sono solo alcune delle località balneari che si trovano sul percorso. Potrete poi attraversare in barca l’Estuario della Gironda, il più vasto dell’Europa occidentale, imbarcandovi a Verdun. La tappa termina a Royan, con la sua marina e la Cattedrale di Notre Dame, capolavoro dell’architettura moderna.
Pernottamento in hotel***.

Giorno 10: Royan – Mortagne (35 Km)
Lascerete Royan attraverso il Boulevard Garnier, pedalando tra le sue belle ville del XIX secolo. Farete poi sosta al Parco dell’Estuario della Charente Maritime, dove potrete godervi l’atmosfera unica che si respira nella meravigliosa area in legno con vista sull’estuario. All’interno del Parco troverete inoltre mostre interattive che vi consentiranno di imparare tutto su questa zona unica. Si attraversa poi Saint-Seurind’Uzet, antica capitale del caviale, con il porto situato al centro del villaggio. Farete quindi visita all’enologo di Mortagne per scoprire tutto sul Pineau, il Cognac e il vino Charentais. La tappa termina a Mortagne-sur-Gironde, dove alloggerete in una affascinante guesthouse di fronte al porto.

Giorno 11: Mortagne – Blaye (60 Km)
L’itinerario prosegue lungo l’estuario sulla bellissima pista ciclabile che, tra paludi e dighe, vi porterà fino a Vitrezay, porta d’accesso della Gironda. Dopo una visita al santuario degli uccelli Terres d’Oiseaux, la bellissima ciclabile della Voie Verte vi condurrà alla Cittadella di Blaye, costruita da Vauban e Sito Unesco, così come Fort Pâté e Fort Médoc. Pernottamento in guesthouse a Blaye.

Giorno 12: Blaye – Bordeaux (50 Km)
Dopo aver attraversato nuovamente ‘Estuario della Gironda, l’itinerario vi condurrà direttamente nel cuore dei vigneti del Médoc tra i quali troverete, immersi, innumerevoli villaggi e châteaux in cui si producono i famosi vini del Médoc. Da non perdere, quello di Fort Médoc. Non lasciatevi scappare inoltre l’occasione di fare una degustazione di vini prima di tornare verso la città. Si rientra a Bordeaux pedalando sulle sponde della Garonne.

Giorno 13: Bordeaux
Dopo colazione, fine dei servizi.

Un viaggio attraverso ciò che di meglio ha da offrire questa amatissima zona di Francia: famosi vigneti, un'eccellente gastronomia e Siti Patrimonio Unesco.

Perché partire per questo viaggio?
  • Per andare alla scoperta dei tanti tesori di una delle zone più amate di Francia: siti Unesco, Parchi Naturali, rinomati vigneti, la costa atlantica e l'immancabile, eccellente gastronomia
  • Per pedalare sulla famosa Vélodysée e sulla bellissima ciclabile dei dei due mari
  • Per degustare direttamente sur place alcuni dei vini più pregiati di Francia, come il pregiato Château d'Yquem

Programma

Contattaci

Fatto da: Evazio

×

Contattaci

Menu