Castelli E Parchi Del Piemonte | Cyclando.com
×

Vedi i prezzi

Preventivo

Durata:

8 giorni / 7 notti

Partenze:

Dal: 14/03/2020

Al: 26/09/2020

    Ogni
  • sabato

Quote individuali:

Quota di partecipazione in camera doppia 692,00
Supplemento camera singola 185,00
Supplemento mezza pensione 145,00

Extra:

Supplemento nolo bici 80,00
Supplemento nolo e-bike 160,00

La quota include:

Assicurazione EuropAssistance medico bagaglio 24/24
Pernottamento e prima colazione
Trasporto bagagli da hotel a hotel durante il tour
Assistenza Telefonica 7/7
Briefing di benvenuto
Descrizione dettagliata del percorso con mappe

La quota non include:

Tracce GPS
APP
Transfer qualora non specificati ne "La quota include"
Tasse di soggiorno
Mance
Viaggio a/r dall'Italia
Pasti e bevande non specificati ne "La quota include"
Noleggio bicicletta
Extra in genere
Ingressi, traghetti e quanto non espressamente indicato ne "La quota include"
×

Programma

Contattaci

1° giorno: Torino
Arrivo individuale a Torino.

2° giorno: Torino – Venaria – Avigliana (50 km circa)
In parte nell’entroterra di Torino, in parte all’interno del Parco della Mandria, in parte su strade minori e lungo la Ciclostrada della Val di Susa, realizzata dalla Provincia di Torino. Motivi di interesse storico-artistico: la residenza sabauda di Venaria; il complesso della palazzina e delle cascine della Mandria; le case in stile alpino; la Sacra di S. Michele, simbolo della Regione Piemonte, bella abbazia romanica situata a quasi 1000 m di altezza. Motivi di interesse naturalistico: il Parco della Mandria (6500 ettari di bosco); i massi erratici nella zona di Pianezza; l’Orrido di Chianocco presso Foresto.

3° giorno: Avigliana – Pinerolo (45 km)
Percorso su asfalto e strade minori. Motivi di interesse storico-artistico: il centro storico medioevale di Avigliana e il castello; il centro storico di Pinerolo con le sue chiese del 1400 ed il Museo della Cavalleria. Motivi di interesse naturalistico: il Parco Naturale dei Laghi di Avigliana.

4° giorno: Pinerolo – Cavour – Saluzzo (45 km)
Caratteristiche: su asfalto e in minima parte su buon sterrato, in parte su ciclostrade fino a Cavour, poi su strade minori e le ciclostrade del Saluzzese. Motivi di interesse storico-artistico: il centro storico di Cavour e l’abbazia di S. Maria (XI sec.); il complesso dell’abbazia romanica di Staffarda; il centro storico medioevale di Saluzzo. Motivi di interesse naturalistico: il Parco Naturale della Rocca di Cavour (collina alluvionale in mezzo alla pianura a 162 m di altezza, raggiungibile a piedi).

5° giorno: Saluzzo – Fossano – Cherasco (69 km circa)
Caratteristiche: su asfalto, in parte sulle ciclostrade del Saluzzese, in parte nelle prime propaggini delle Langhe. Motivi di interesse storico-artistico: centri storici di Fossano e Bra. Motivo di interesse locale: enogastronomia a Bra, patria Slow Food.

6° giorno: Cherasco – Carmagnola (30 km circa)
Caratteristiche: su asfalto e strade minori, piccolo dislivello da superare vicino a Bra. Motivi di interesse storico-artistico: il grande parco del castello sabaudo di Racconigi. Motivi di interesse naturalistico: il centro cicogne di Racconigi all’interno dell’oasi della Lipu.

7° giorno: Carmagnola – Moncalieri – Torino (45 km)
Caratteristiche: in prevalenza sterrato; lungo il parco fluviale del Po si entra a Torino lungo la pista ciclabile sul fiume che porta direttamente nel cuore della città; in centro prevalentemente lungo le piste ciclabili o nelle zone pedonali. Motivi di interesse storico-artistico: il castello sabaudo di Moncalieri; a Torino il centro storico barocco, il Palazzo Reale, la Mole Antonelliana, simbolo della città e ora sede del nuovissimo Museo del Cinema. Motivi di interesse naturalistico: l’ambiente del Parco Fluviale, la collina torinese ed il famoso Parco del Valentino con i suoi due castelli.

8° giorno: Torino
Dopo colazione, termine dei servizi.

Un facile tour in bici sulle Ciclovie del Piemonte alla scoperta di castelli, antiche abbazie e Parchi naturali.

Perché partire per questo viaggio?
  • Per pedalare sulla spettacolare Ciclostrada della Val di Susa, tra le imponenti vette alpine
  • Per scorgere la Mole Antonelliana dall'incantevole Ciclovia del Po
  • Per scoprire la Sacra di San Michele, enigmatica abbazia romanica a quasi 1000 m di quota e set del film Il nome della rosa
  • Per visitare la magnifica Reggia di Venaria, residenza reale dei Savoia, che governarono l’Italia dal 1861 al 1945
  • Per le magnifiche vedute su distese infinite di boschi e oasi protette, come quella de Le Cicogne della Lipu
  • Per l'eccellenza della gastronomia e dei vini piemontesi
Programma

Contattaci

Fatto da: Due ruote nel vento

×

Contattaci

Menu