×

Vedi i prezzi

Preventivo

Durata:

8 giorni / 7 notti

Partenze:

Dal: 01/01/2020

Al: 31/12/2020

  • Tutti i giorni

Prezzi:

Dal: 01/01/2020

Al: 29/02/2020

Quote individuali:

Quota di partecipazione in camera doppia 560€

Dal: 01/03/2020

Al: 31/03/2020

Dal: 01/11/2020

Al: 31/12/2020

Quote individuali:

Quota di partecipazione in camera doppia 595€

Dal: 01/04/2020

Al: 31/05/2020

Quote individuali:

Quota di partecipazione in camera doppia 725€

Dal: 01/06/2020

Al: 30/06/2020

Quote individuali:

Quota di partecipazione in camera doppia 875€

Dal: 01/07/2020

Al: 31/07/2020

Quote individuali:

Quota di partecipazione in camera doppia 915€

Dal: 01/08/2020

Al: 31/08/2020

Quote individuali:

Quota di partecipazione in camera doppia 1005€

Dal: 01/09/2020

Al: 30/09/2020

Quote individuali:

Quota di partecipazione in camera doppia 925€

Dal: 01/10/2020

Al: 31/10/2020

Quote individuali:

Quota di partecipazione in camera doppia 775€

La quota comprende:
– 7 pernottamenti con colazione inclusa
– informazioni di viaggio dettagliate e mappe
– Garmin con tracce del percorso pre-caricate
– transfer da/per aeroporto

La quota non comprende:
– noleggio bici da corsa
– trasporto bagaglio

×

Programma

Giorno 1: Arrivo a Vila Real de Santo António
Al vostro arrivo in Algarve, un transfer vi condurrà a Vila Real de Santo António (VRSA), un interessante centro storico sulle rive del fiume Guadiana, che costituisce un confine naturale tra Portogallo e Spagna. In gran parte riqualificato dopo il grande terremoto del 1755, VRSA è stato ricreato su un sistema a griglia, ma conserva ancora un carattere a sé stante. La piazza centrale – con la sua atmosfera rilassante, gli aranci e i caffè – è il luogo ideale dove trascorrere la prima serata; godetevi l’atmosfera locale mentre assaporate del cibo e del vino fresco locale. Un ottimo modo di godersi la serata prima di partire per il vostro viaggio attraverso l’Algarve.

Giorno 2: Vila Real de Santo António – Loule (71 km, +765m)
Dopo colazione, vi dirigerete verso l’antico insediamento di Castro Marim, godendo di viste panoramiche sul fiume fino alla Spagna. Se partirete abbastanza presto, potrete fare una gita alla Salt Spa, situata nelle saline poco prima di arrivare a Castro Marim: qui potrete trascorrere un’oretta per scoprire l’industria tradizionale della produzione di sale e godervi un bagno di fango nelle acque salate calde e ricche di minerali durante tutto l’anno. Passerete poi accanto alla Riserva Naturale di Castro Marim e VRSA: istituita nel 1975, questa riserva naturale è la più antica del Portogallo, con una superficie di 20 kmq di paludi e saline. Da qui pedalerete lungo la linea ferroviaria locale fino alla città di Vila Nova de Cacela, prima di attraversare la EN125 – la strada principale che attraversa tutta l’Algarve – fino al pittoresco villaggio costiero di Caçela Velha, un minuscolo villaggio situato su una collina che domina la laguna con una chiesetta e i resti di un forte del XVIII secolo. Anche Fabrica può essere una deviazione interessante: sorseggiando un caffè in riva al mare potrete osservare la gente del posto che raccoglie i crostacei. Da qui il tour prosegue lungo strade sterrate e tranquille, attraverso il pittoresco villaggio di pescatori di Cabanas, prima di passare dalle saline a Tavira – sede di un castello, un vecchio ponte romano e una ricchezza di stili architettonici tradizionali. Tavira è costruita su entrambi i lati del fiume Gilão, che crea due parti distinte della città, e i suoi numerosi caffè e ristoranti la rendono un luogo ideale dove fermarsi per il pranzo e fare una passeggiata rilassante. Pedalerete poi lungo il fiume fuori città attraverso una campagna incontaminata fino a São Bras de Alportel – una tipica città urbana algarviana, che fu il fulcro dell’industria del sughero. Un breve tratto vi condurrà fino alla città mercato di Loule: la cittadina è un paradiso per gli esploratori, con le sue stradine acciottolate che conducono al largo dell’Avenida centrale, e i piccoli negozi, bar e ristorantini nascosti.

Giorno 3: Loule – Silves (65 km, +700m)
Dopo colazione, pedalerete verso il villaggio in cima alla collina di Querença: nella bellissima piazza della chiesa potrete gustare alcuni biscotti locali con il vostro caffè mattutino. Querença è famosa per i suoi prodotti agricoli, proprio come il piuttosto forte medronho (una sorta di acquavite di frutta) e il famoso chouriço (salsiccia affumicata). Attraverserete poi la valle imboccando una strada principale libera dal traffico, punteggiata da piccole città e villaggi. Infine, raggiungerete l’incantevole villaggio di Alte, famoso per le sue case dipinte di bianco e le sue sorgenti di acqua dolce. C’è una bella chiesa nel centro del paese, circondata da caffetterie e negozi di artigianato, che vende prodotti di produzione locale. Un caffè e pastel de nata (crostata di crema pasticciera) sulla terrazza sul retro della pasteleria Agua Mel è un must. Proseguirete lungo strade tranquille e ondulate verso Messines – una tipica città agricola, con strade strette e un’altra chiesa come pezzo centrale. Entrerete poi in lussureggianti vallate verdi, con piccoli borghi e cascine in mezzo a una fitta vegetazione e pedalerete fino a Silves, un’incantevole città sulle rive del Rio Arade. Ricca di storia, Silves era una volta la capitale moresca ed è tuttora la dimora del castello meglio conservato dell’Algarve. Sede di un festival medievale annuale – uno dei più grandi della regione – Silves è normalmente una città sospesa nel tempo. Qui ci sono molti bar e ristoranti di cucina locale nelle viuzze acciottolate, dove è possibile cenare tranquillamente, e un caffè proprio all’ingresso del castello dove suonano musica dal vivo.

Giorno 4: Silves – Sagres (74 km, +735m)
Dirigendovi verso ovest, verso la punta meridionale del Portogallo, potrete godere di uno scenario spettacolare mentre vi avvicinate alla costa frastagliata intorno alla fortezza di Sagres e alle alte scogliere di Cape St Vincent – la punta più meridionale del Portogallo e dell’Europa. Sulla strada c’è molto da vedere, mentre pedalerete attraverso la campagna dell’Algarve che è in gran parte incontaminata dal turismo e che domina le località costiere. Lasciando la città di Silves, pedalerete seguendo il fiume Arade per un po’ prima di virare leggermente a nord verso le colline di Monchique. Percorrerete tranquille strade tortuose, circondate da fattorie e boschi, prima di raggiungere Odiaxere – un tipico villaggio algarviano con la piazza e il suo mercato giornaliero di prodotti locali, nonché un vecchio mulino a vento splendidamente conservato. Da qui passeretet attraverso diverse città e villaggi, dove potrete davvero farvi un’idea di come vivono i locali. Non mancheranno i caffè e le piazze dei villaggi in cui soffermarsi, o le chiese e l’architettura tradizionale da ammirare. Questa parte dell’Algarve occidentale è conosciuta come la “vera” Algarve ed è assolutamente da vedere, in contrasto con il bellissimo, ma più affollato, scenario della spiaggia per il quale questa regione è meglio conosciuta. I locali sono amichevoli e c’è molto da scoprire! Per i più avventurosi ci sono molte opportunità di provare alcuni dei piatti locali meno conosciuti, come Perceves (molluschi), Javali (cinghiale), Lebre (lepre), Perdiz (pernice) e Codorniz (quaglia). Giungendo a Sagres da Vila do Bispo, vi avvicinerete poi alla selvaggia costa atlantica. Sagres è una città davvero tranquilla con bellissime spiagge, un porto pittoresco, una piazza molto carina e viste mozzafiato, e ospita anche una fortezza del XV secolo. Pernottamento a Sagres.

Giorno 5: Sagres – Aljezur (60 km, +550m)
Partendo da Sagres, avrete la possibilità di visitare Cape St Vincent, sede di quello che si dice sia uno dei fari più potenti d’Europa. Si tratta di una deviazione di circa 12 km, ma ne vale la pena. Dopo aver pedalato attraverso i fiori selvatici e lungo le aspre rocce delle scogliere, proseguirete su una lunga strada alberata che si estende per miglia. Un antico villaggio, Pedrelva, che è stato fatto risorgere da un ammasso di rovine abbandonate, merita forse una breve deviazione. Proseguirete poi su una strada collinare prima di fare una sosta per il pranzo a Carrapateira. Carrapateira è un villaggio di pescatori e agricoltori ed è il luogo perfetto per trascorrere un po’ di tempo libero. Dalla penisola facilmente accessibile di Pontal da Carrapateira, potrete godere di una vista spettacolare delle scogliere e delle falesie che scendono verso l’Atlantico e, in una giornata limpida, dovresti vedere il faro di Sagres in lontananza. Procedendo verso nord, lo scenario cambia mentre vi avvicinate ad Aljezur, un’antica città moresca situata in una valle verde lussureggiante e costruita su entrambi i lati di un fiume che scorre attraverso la valle. Ora siete entrati nella “terra della patata dolce” di cui Aljezur è considerata la “capitale”. Si dice che producano le varietà più gustose a causa delle condizioni meteorologiche e dell’aria di mare. Quindi è probabilmente il posto migliore per assaggiarle cucinate con metodi tradizionali.

Giorno 6: Aljezur – Monchique (38 km, +930m)
La tappa di oggi è più breve ma impegnativa.. però ne vale la pena! La destinazione di oggi, Monchique, è una città mercato nella Serra de Monchique, che è una catena montuosa fitta boscosa che separa l’Algarve dalle terre vinicole dell’Alentejo. Il viaggio fino a Monchique offre uno scenario spettacolare ed è completamente diverso dalla costa dell’Algarve. Uscendo da Aljezur, affronterete una ripida salita verso la piccola frazione di Pedascas, dove i vostri sforzi cominceranno ad essere ripagati dalle viste incantevoli sull’Algarve. La strada diventa più collinare verso Marmelete, dove vi è un unico caffè abituato ad accogliere per un po’ di ristoro coloro che affrontano questa scalata mozzafiato. Dopo Marmelete il percorso si fa più facile attraverso colline ricoperte di pini, per poi scendere attraverso alcune delle ripide vallate che circondano Monchique. Monchique è il posto perfetto per finire il tuo viaggio: una città tranquilla e rilassata, con gente del posto amichevole e alcuni ristoranti favolosi con panorami spettacolari. Inoltre, la vicina Caldas de Monchique ospita alcuni bagni termali tradizionali, dove potrete riposare le gambe affaticate e concedervi del più che meritato relax! Ma potreste sentirvi ancora pieni di energie e allora, quale modo migliore per completare la tua avventura che fare gli ultimi 8 km di salita da Monchique a Foia, la vetta più alta dell’Algarve? È un tratto che viene intrapreso da ciclisti locali e professionisti, e in giornate limpide offre le migliori viste sull’Algarve fino alla costa. Pernottamento a Monchique.

Giorno 7: Monchique – Albufeira (60-70 km, +496m)
Nonostante ci si diriga dalla montagna al mare, il percorso di oggi non è tutto in discesa: farete una piccola deviazione attraverso il tranquillo villaggio collinare di Alferce, prima di una tortuosa discesa al Barragem (serbatoio) di Odelouca. Le strade per lo più tranquille e piane vi condurranno attraverso una campagna incontaminata fino alla pittoresca città di Silves. Un tempo capitale moresca, Silves è ricca di storia: è una città incantevole sulle rive del Rio Arade e ospita il castello meglio conservato dell’Algarve. È un buon posto per una pausa; un breve salto fino al castello vi condurrà in una piacevole piazza con un eccellente caffè, popolare tra la gente del posto e i visitatori. Pedalerete poi facendovi strada attraverso la tradizionale città contadina di Algoz e la piccola ma vivace Guia. Luogo di nascita del famoso Pollo Piri Piri, Guia è piena di locali che affermano di essere i ristoranti “originali”, “i primi”, “il re di …” Piri Piri! Quindi potrete facilmente scegliere e godervi un semplice, economico e abbondante pasto, prima di ripartire per l’ultimo tratto del vostro viaggio. Gli ultimi chilometri vi porteranno attraverso il famoso vigneto Adega do Cantor, fondato da Sir Cliff Richard. Queste dolci colline saranno la vostra ultima cartolina della campagna dell’Algarve mentre scenderete verso la costa per raggiungere la famosa città di mare, Albufeira, dove pernotterete.

Giorno 8: Partenza
Dopo colazione, un transfer vi condurrà dal vostro hotel all’aeroporto di Faro o, se stai tornando da Lisbona, a una stazione ferroviaria locale per il tuo viaggio di ritorno.

In bici da corsa alla scoperta della splendida regione dell'Algarve.

Questo tour per gli appassionati di bici da corsa sfrutta una fantastica rete di strade asfaltate silenziose e di qualità che si estendono lungo l'Algarve. È un tour che vi introdurrà a molti aspetti di questa regione colorata: dalle meravigliose coste alle campagne tranquille, dai paesaggi frastagliati dalle intemperie alle pittoresche piazze dei paesi.

Programma

Contattaci

Fatto da: Algarve Bike Holidays

×

Contattaci

Questo sito è protetto da reCAPTCHA e Google Privacy Policy
e si applicano i Termini di servizio .

Menu