Weekend in mtb sulla Via dei Tratturi

3 giorni / 67 km / da 500 €

Condividi

Pianifica il tuo viaggio

Programma

Un'immersione nell'Abruzzo più autentico: in bici in gruppo sui sentieri della Transumanza e la Piana di Navelli.

Perché partire per questo weekend?
  • Per pedalare sul Regio Tratturo L'Aquila-Foggia, conosciuto anche come Tratturo Magno
  • Per visitare la Chiesa di Santa Maria dell'Assunta e l'Oratorio di San Pellegrino, tra le meraviglie dell'Abruzzo
  • Per raggiungere il Castello di Bominaco, alle estremità della Piana di Navelli
  • Per percorrere in bici le Vie della Transumanza, che conservano ancora oggi le testimonianze dei continui scambi culturali e artistici, come le tante chiese tratturali
  • Per fare un salto indietro nel tempo nel borgo medievale di Castel Camponeschi
  • Per trascorrere tre giorni intensi, all'insegna della condivisione e dell'ottimo cibo, alla scoperta delle bellezze naturalistiche, storiche, artistiche dell'Italia in bicicletta

Tour operator

Bikelife

Sei pronto a partire per la tua prossima vacanza?

Personalizza la tua vacanza o facci una domanda.

Fai una domanda

Preventivo

×

Vedi i prezzi

Preventivo

Durata:

3 giorni / 2 notti

Partenze:

25/12/2020

14/02/2021

Quote individuali:

Quota di partecipazione in camera doppia 500,00
Supplemento camera singola 50,00

La quota include:

Assicurazione medico bagaglio 24/24 (solo cittadini italiani)
Pernottamento e prima colazione
Trasporto bagagli da hotel a hotel durante il tour
Noleggio bicicletta
Briefing di benvenuto
2 cene di gruppo a menù fisso
1 degustazione di formaggio
Accompagnatore

La quota non include:

Tracce GPS
APP
Assistenza Telefonica 7/7
Transfer qualora non specificati ne "La quota include"
Tasse di soggiorno
Mance
Viaggio a/r dal punto di partenza
Pasti e bevande non specificati ne "La quota include"
Extra in genere
Ingressi, traghetti e quanto non espressamente indicato ne "La quota include"
Descrizione dettagliata del percorso con mappe
×

Programma

Preventivo

Giorno 1: Navelli
Arrivo individuale a Navelli, borgo immobilizzato nel tempo, che può e deve diventare una visita culturale a cielo aperto. Con i suoi 500 abitanti, che vivono principalmente nella parte bassa del paese, Navelli si trova in una posizione strategica: domina infatti l’altopiano fino alla Valle Tritana e alla Conca Peligna. Il consiglio è di girovagare e perdersi per Navelli alta dove il tempo sembra essersi fermato, dove è possibile ancora notare all’ingresso delle case il gancio utilizzato per legare le corde che tenevano gli animali. Arrivo in residenza. La cena sarà tipica. Pernottamento.

Giorno 2: Sulle orme del Medioevo Abruzzese (32 km; +/-800 mt.)
Sulle orme del Medioevo e dei complessi monastici vi porteremo a visitare Bominaco (frazione di Caporciano) che con il suo castello, la cui costruzione ebbe inizio nel XII secolo, e la sua torre cilindrica, oggi ancora visibile, domina l’altopiano di Navelli. Qui nel X secolo venne fondato un monastero benedettino appartenente all’Abbazia di Farfa. Di quel monastero oggi è possibile ammirare due edifici costruiti tra l’XI ed il XII secolo: la chiesa romanica di Santa Maria Assunta e l’Oratorio di San Pellegrino. Il giro, che si snoda fra strade bianche e sterrate, attraverserà Caporciano e dopo aver visitato Bominaco, proseguirà fino a Fontecchio, antico borgo medievale che conserva bellezze storiche, artistiche e architettoniche che vedono la loro massima espressione nella Torre Medievale, nell’antica Fontana trecentesca, nella chiesa e nel Convento di San Francesco, con affreschi di scuola giottesca. Rientro in Residenza. Cena tipica. Pernottamento.

Giorno 3: Le vie Tratturali (35 km; +/-600 mt.)
I Tratturi sono quei percorsi che un tempo venivano utilizzati dai pastori per compiere la Transumanza, per trasferire con cadenza stagionale mandrie e greggi da un pascolo all’altro. Prata d’Ansidonia, Peltuinum, Castel Camponeschi, Tussio, sono i luoghi di destinazione dell’escursione odierna. Il Borgo di Tussio, con la sua Torre Campanaria ci introduce a Castel Camponeschi, gioiello medievale d’Abruzzo, borgo fortificato sito sulla piana di Prata d’Ansidonia, cittadina di epoca romana. Il sito archeologico di Peltuinum, antica città vestina presa nel 302 a.C. dai Romani, che raggiunse il suo massimo splendore urbanistico in età augustea. Importante centro per via della sua posizione strategica per il commercio di bestiame, della transumanza e del vino, mantenne sempre l’ordinamento di Praefectura. La città era cinta da mura tardo repubblicane e era attraversata dalla via Claudia Nova, che ne rappresentava l’asse principale congiungendo la Porta occidentale con quella orientale. La struttura urbanistica rispecchiava gli schemi dell’impostazione romana, ad eccezione del teatro e dell’anfiteatro. Nel foro, ubicato sulla parte sud della città, era posto un tempio dedicato ad Apollo. Il tour, completamente su sterrato e strade bianche, farà rientro a Navelli attraverso la Chiesa tratturale di S.M. di Centurelli, per la riconsegna delle bici, una doccia ristoratrice e la partenza individuale.

×

Fai una domanda

Menu
Share This