×

Vedi i prezzi

Preventivo

Durata:

8 giorni / 7 notti

Partenze:

Dal: 06/03/2020

Al: 15/09/2020

  • Tutti i giorni

Quote individuali:

Quota di partecipazione in camera doppia 900€

×

Programma

1° giorno: Sofia
Arrivo individuale a Sofia e incontro con il gruppo alle 15.00 circa. Successivo trasferimento con minibus privato (2 ore) a Plovdiv, considerata la capitale culturale della Bulgaria. Antica e moderna Plovdiv è un incrocio variopinto di stili, epoche e tradizioni. E’ stata dichiarata capitale Europea della cultura per il 2019. Sistemazione in hotel e visita turistica della riserva architettonica “La vecchia Plovdiv” considerata una sorta di emblema del Rinascimento bulgaro. Visita dell’Anfiteatro romano. Cena in tipico ristorante bulgaro e pernottamento.

2° giorno: Rifugio di Zdravetz – Fortezza di Assenovgrad (23 km, +80/-1000)
Dopo colazione, trasferimento privato da Plovdiv al rifugio di Zdravetz (27 km) situato a 1200 m. Da qui comincia una salita moderata lunga 800 m su una strada asfaltata attraverso una foresta mista, dopodichĂ© l’itinerario scende lungo vasti prati e boschi di conifere su uno sterrato che conduce al paese di Iavrovo. Continua la piacevole discesa lungo la quale si aprono delle bellissime viste panoramiche a 360°. La tappa in bici termina con l’arrivo alla fortezza di Assenovgrad (250 m). Visita della fortezza medioevale e della chiesa, pranzo e proseguimento verso il Monastero di Bachkovo. Principale attrattiva della chiesa del monastero è l’icona della Vergine di fattura bizantina, ritenuta miracolosa e che potrebbe risalire addirittura all’VII secolo. Dopo la sua visita trasferimento privato fino alla pittoresca valle del fiume Ciaia fino Pamporovo. Cena e pernottamento in hotel.

3° giorno: Prevala – la grotta La gola del diavolo – Trigrad (57 km +350/-1200)
Dopo colazione, breve transfer fino al passo di Prevala (20 km). Da qui comincia il percorso in bici con una veloce discesa verso il paese di Stoikite e i vasti prati che lo circondano con una bellissima vista sui monti più alti. La discesa continua fino al paese di Shiroka Laka, villaggio museo dove ci si sente riportati indietro al XIX secolo grazie alle splendide case tradizionali conservate in modo eccezionale. Dopo una breve passeggiata nel paese si continua con una leggera discesa lungo il fiume verso Devin passando accanto alla roccia “L’elefante” dopodiché comincia una leggera salita verso le meravigliose gole della montagna. In breve saremo alla gola di Trigrad. All’altezza di Osmanov la vallata del fiume si restringe molto, l’inclinazione aumenta e l’itinerario entra nella parte più pittoresca della gola di Trigrad. Le rocce a picco sono a 8-10 m l’una dall’altra e la strada asfaltata è scavata nella stessa roccia. Dopo un breve tunnel nella parte più stretta e profonda della gola, fino a 400 m, si arriva a un piccolo parcheggio davanti all’entrata della Gola del Diavolo. Visita dell’enorme sala della grotta e l’alta cascata sotterranea. Si continua infine verso il paese di Trigrad (1190 m). Cena e pernottamento in hotel.

4° giorno: Trigrad – Dospat (42 km +400/-600)
Questa mattina si parte in bici direttamente da Trigrad. Dopo una lieve salita si esce dal paese e si scende attraverso una bella foresta di abete rosso verso il paese di Iagodina. Da Iagodina dopo 3 km si raggiunge la grotta di Iagodina nella quale insieme a bizzarri stalattiti e stalagmiti si possono vedere delle “perle” formate dai minerali contenuti nelle gocce d’acqua che cadono sui ciottoli. Dopo la visita della grotta proseguimento verso la diga di Teshel attraverso la gola di Buinovo. Da qui breve trasferimento a Borino da dove la strada sale e di nuovo scende nella vallata caratterizzata da un serpeggiante fiume circondato da campi e prati e pendii coperti di abete e di abete rosso. Scendiamo verso il ponte romano sul fiume Sarnena nella bella località attraverso il paese di Zmeitza. Ultimi km per la meta odierna, Dospat. Cena e pernottamento in hotel.

5° giorno: Dospat – Leshten (69 km +400/-800)
Partenza direttamente da Dospat. Percorreremo 20 km lungo la diga di Dospat attraverso una foresta secolare di abete rosso e grandi prati soleggiati fino alla fine della diga nel paese di Sarnitza. Si prosegue sul fondo della vallata lungo i meandri del fiume di Dospat fino alla località di Stoiciovoto (1250 m), da dove cominciano 7 km di salita sulla cresta della montagna fino al paese di Rancia (1600 m). Alternando tratti tra boschi di conifere e spazi aperti arriveremo al paese di Kovachevitza dichiarato nel 1977 riserva nazionale storica e architettonica. Il villaggio fu fondato nel XVII secolo da rifugiati che sfuggivano agli Ottomani. La posizione isolata evitò la sottomissione ottomana e qui si preservarono le tradizioni bulgare. L’architettura delle case è originale e unica e anche I nuovi edifici vengono costruiti in questo stile. La tappa termina a Leshten. Cena e pernottamento in tipiche case rinascimentali.

6° giorno: Leshten – Melnik (39 km -1600)
Partenza in bicicletta lungo una ripida discesa di 10 km fino alla piscina con acqua minerale del paese di Ognianovo (600 m). Dopo un po’ di relax nella piscina trasferimento privato verso la localitĂ  di Popovi livadi (1410 m) per pranzo. Da qui proseguiamo in bici sempre lungo una ripida discesa di 29 km fino al paese di Katunzi (200 m). Trasferimento privato fino a Melnik e visita del Monastero di Rojen. Il monastero è sempre stato considerato un importante centro culturale. Il suo stile architettonico, le pitture murali e le decorazioni a intaglio, opera di artisti dalla scuola di Debar, sono annoverati tra i piĂą importanti esempi dell’arte bulgara. Visita delle maestose piramidi di sabbia di Melnik. Cena con degustazione di vini tipici bulgari. Pernottamento in hotel.

7° giorno: Melnik – Sofia
Dopo colazione visita della casa museo Kordopulova a Melnik e degustazione di vini tradizionali bulgari nella cantina della casa. Trasferimento fino al Monastero di Rila situato a un’altitudine di 1100 m. Il complesso è il principale sito religioso della Bulgaria e da generazioni un punto d’attrazione per pellegrini e turisti. Grazie alle sue caratteristiche esemplari dell’architettura della Rinascenza, nel 1983 esso è stato dichiarato dall’UNESCO Patrimonio culturale dell’umanità. Pranzo nel Monastero e trasferimento a Sofia, una delle città più antiche in Europa. Fondata 7000 anni fa come un villaggio, la moderna capitale bulgara è una testimonianza del legame eterno tra il passato e il futuro. Non per caso viene chiamata “la città che cresce ma non invecchia mai”. Visita del Museo nazionale storico e la chiesa di Boiana dichiarata patrimonio culturale di UNESCO per via dei freschi del 1259 considerati precursori del Rinascimento italiano. Cena folkloristica e pernottamento in hotel.

8° giorno: Dopo colazione, trasferimento in aeroporto e termine dei servizi.

Nella leggenda è tra i Monti Rodopi che nacque Orfeo, l'artista per eccellenza della mitologia greca. Ed è tra queste strette valli e tortuosi canyon che suonava la sua cetra. Un itinerario ancora lontano dal turismo di massa, lungo discese spettacolari attraverso faggete e boschi di conifere.

Un itinerario spettacolare che si svolge tra i 1000 e i 1500 metri di quota nella regione dei Monti Rodopi e nella Montagna di Pirin con percorsi prevalentemente pianeggianti che seguono gole tortuose e lunghe discese tra boschi di conifere e faggi secolari che si alternano alle zone di pascolo e ai terreni agricoli. I brevi tratti di salita vengono effettuati con un minibus fuoristrada che resta tutta la giornata al seguito del gruppo. La montagna di Rodopite, è un luogo veramente speciale, un angolo di Europa rimasto sempre un po’ isolato e quindi ricco di una natura selvaggia e incontaminata con un patrimonio di specie rare o uniche di fauna e flora come la Silivriak, simbolo del mitico Orfeo nato secondo la leggenda tra questi monti, un fiore che ha la capacità di rinascere dopo essere stato per mesi schiacciato in un erbario. Il paesaggio è grandioso, tra le cime che raggiungono anche i 3000m. di quota, si aprono canyon scolpiti nelle rocce e immense grotte con fiumi, laghi e cascate sotterranee. I villaggi sono pittoreschi con case in pietra ornate da balconi e verande di legno, gli interni sono colorati da tappeti ed arazzi, prodotti principali dell’artigianato locale, le strade sono percorse da carretti tirati da asini e capre che tornano dai pascoli. Gli abitanti sono per il loro calore e cordialità la vera sorpresa di questo paese: indimenticabili sono le serate attorno al focolare col girarrosto a gustare i piatti tipici e la famosa acquavite. Le visite delle grandi città di Sofia e Plovdiv e dei monasteri dipinti di St.Kirik, Bachkovo e Rila permettono poi di cogliere il fascino genuino e le infinite sfumature della cultura, arte e tradizioni della Bulgaria, una terra splendida e preservata, ancora lontana dal turismo di massa.
Programma

Contattaci

Caratteristiche

Terreno: tappe prevalentemente facili e spesso in discesa. Siamo ad un altitudine media intorno ai 1000 m s.l.m. ma le salite più impegnative vengono saltate con i trasferimenti. Il dislivello in salita non supera i 400 m. e le salite hanno pendenze moderate. Nei tratti più impegnativi o brevi salite 200/300 m con pendenze anche intense la bici si può spingere. La tappa più impegnativa è quella del giorno 5.
Strade: 80% asfaltate e 20% sterrate
Bici: mountain bike
Partecipanti: min. 6 – max 10
Trasporto dei bagagli: si + assistenza plus
Consigliato per ragazzi: oltre i 12 anni

Fatto da: Enjoy Plovdiv

×

Contattaci

Questo sito è protetto da reCAPTCHA e Google Privacy Policy
e si applicano i Termini di servizio .

Menu